Archive

Archive for the ‘Facebook’ Category

Facebook e Twitter i broker più importanti nel campo della social Tv

maggio 14, 2011 8 commenti

In una nuova relazione, la Futurescape rivela come Facebook e Twitter siano diventati degli importanti broker per l’industria televisiva globale, grazie anche alla loro capacità di creare nuove opportunità di business, di coinvolgere gli spettatori, incrementando le entrate pubblicitarie, quelle delle pay-TV, grazie alla loro influenza sempre più significativa e crescente su tutti gli aspetti del mondo televisivo. Leggi tutto…

Let’s Make a Deal sbarca su Facebook

maggio 5, 2011 11 commenti

La RealNetworks e il sito di giochi web GameHouse hanno stretto un accordo, con la casa di produzione FremantleMedia Enterprise, per portare Let’s Make a Deal (da noi è Ok, il prezzo è giusto!) su Facebook, questo autunno.  Leggi tutto…

Yahoo acquista IntoNow

aprile 26, 2011 2 commenti

Lunedì passato Yahoo ha annunciato l’acquisizione di IntoNow, l’app che si era segnalata per lo spot interattivo della Pepsi MAX. Questo è il segnale che anche a Yahoo interessa il campo della Social Tv, e ha deciso di entrare nella competizione  dalla porta principale, facendo propria l’app che si è fatta notare in maniera più positiva per la sua tecnologia software.

Leggi tutto…

Facebook vs Twitter: i numeri di uno scontro sul terreno della Social TV

aprile 25, 2011 1 commento

Facebook vorrebbe essere la strada maestra a tutti gli aspetti legati al social networking compresa la Social Tv, solo che deve fare i conti da un lato, con le nuove realtà specifiche come Miso e Turnerfish, e dall’altro lato con il più agguerrito dei suoi concorrenti: Twitter, che sinora è l’unico che grazie ad alcuni esperimenti della Fox è arrivato sugli schermi televisivi live durante le repliche estive di Glee e Fringe.

Leggi tutto…

La geolocalizzazione della discordia

aprile 23, 2011 1 commento

Negli ultimi giorni sulle pagine dei giornali nazionali sembra che tra i motivi di crisi internazionale, forse più della questione libanese o dei rifugiati, si è attirata su di sé gli occhi di tutti la Apple.

Due ricercatori Alasdair Allan e Pete Warden, hanno notato che dalla versione 4 in poi l’iOs di iPhone e iPad (nella sua versione 3G) tiene traccia di posizioni e movimenti dell’utente, e i dati vengono salvati in un file nascosto che resiste alla formattazione degli apparecchi. Non paghi i due hanno anche scritto un’applicazione per visualizzare graficamente questi dati su una mappa geografica, come se fosse il tracciato di una sessione di jogging.

Leggi tutto…